I torni contano?

La fine dell’anno si avvicina ed è tempo di tirare le somme.
Ho capito che il mio parlare poco continua a generare situazioni spiacevoli che poi, per pigrizia, non ho voglia di risolvere.
Ho capito che accanto ho una persona davvero speciale, che non è mai invidiosa, scontenta, che si acontenta di quello che ha ed è contenta quando gli altri sono felici.
E io ancora non sono riuscita e prendere esempio.
Ho capito che per guarire dall’ansia invece di “non fare” dovrei FARE, che magari mi distraggo e non ci penso più.
Coraggio dove sei.
Ho capito che a volte è vero che se si chiude una porta si apre una porticina (mò non ci allarghiamo).
Ho finalmente capito perchè tanti anni fa è finita un’amicizia, avevo rimosso tutto l’accaduto.
E nonostante questo lei è ancora la prima persona a cui vorrei raccontare tutto quello che mi succede.
Devo avere qualcosa che non va.
Ho capito che è inutile stare a sognare: me piace magnà e odio lo sport. Quindi non mi vedrete mai come Gisele, ok?
Autostima dove sei.
Ho capito che non riesco più a leggere quanto vorrei, sono brava solo se prendo un libro in biblioteca, è la scadenza che mi aiuta.
Ho capito che non mi serve un’agenda, tanto non c’ho mai un cazzo da fa, con sti nuovi orari in ufficio, poi.
Ammazza quante cose ho capito, non sarò troppo intelligente?

Annunci