LEGGEREZZA (Post n. 16 – gemellaggio)

– Dovrei smettere di pensare che sono un fallimento totale.
(Dovrei?)
Signorina, gradisce un pò di leggerezza?
-Ne prendo due, grazie.
——————————————————————————–
(Post n.16 – Gemellaggio con lei)

Annunci

GIORNO (Post n. 15 – gemellaggio)

Lo so che scrivo sempre le stesse cose.
Ma se rifletto su certi fatti così è.
Qualche giorno fa è stato il primo giorno di scuola.
E pensavo: ma quanto era fico il primo giorno di scuola?
Chi si presentava con un nuovo taglio di capelli, chi con un nuovo
look, chi con dieci chili in meno.
Chi in più.
Partiva il toto-verginità. Chi si era dato da fare durante l’estate?
Si commentavano le novità, si parlava male di qualcuno.
Partiva la corsa alla conquista del banco migliore.
Quello in fondo alla classe, ovviamente.
I diari erano vuoti, sarebbero stati presto riempiti dalle scritte dei compagni.
Ci si guardava intorno, magari qualcuno era talmente migliorato da
essere trasformato in "papabile".
Il migliore era senza dubbio l’ultimo anno.
Ti sentivi grande, guardavi gli altri con simil-disprezzo.
Giravi con spavalderia per quei corridoi dipinti di verde acqua.
Te la tiravi,diciamo.
Il primo giorno di scuola resta per me il più bello tra i primi giorni.
Per ora.
———————————————————————————————–
(Post n. 15 – Gemellaggio con lei)

TAGLIO (Post n. 14 – gemellaggio)

Da che mondo è mondo si sa.
Il taglio deve essere perfetto.
Non ci si può permettere che sia slabbrato, impreciso o approssimato.
Un taglio di capelli.
Un taglio col passato.
Un taglio chirurgico, col bisturi.
Non possono e non devono venire male.
E poi quel taglio, il più importante.
Quando te ne stai lì, alla mercè di tutta quella gente.
Gente di cui vedi solo gli occhi, e non capisci se siano felici o no.
Tu non lo sei, e non sai perchè, piangi e basta.
E poi arriva il momento, tutti sono concentrati per IL taglio.
Il taglio che ti da la vita.
Quello che significa, per quanto possibile, che da ora in poi dovrai
fare da solo.

————————————————————————-

(Post n. 14 – Gemellaggio con lei)

esempi

Sono incostante.
Io mica riesco ad essere una "cliente affezionata".
Tipo quelli che entrano e dicono:"il solito!"
Mi piace cambiare. Devo farlo.
Sono incoerente.
Dico che facebook è una stronzata.
Però ce l’ho.
Non con il mio nome, ovviamente.
E poi ho due domande oggi:
Riuscirò mai a vedere un guidatore (uomo) di motomotoriniesimili con delle scarpe decenti?
Perchè il posto migliore per dormire è sul divano davanti la tv?