CLANDESTINO (Post n.5 – gemellaggio)

Fu la sorte che li fece incontrare.
Erano in sei, quattro uomini e due donne.
Ognuno con la sua storia.
Ognuno con le sue cicatrici.
Non credevano in niente che non fosse la fatalità.
A questo li avevano portati i fatti della vita.
Lei.
Che perse l’autobus per la stazione perchè il gatto non ne voleva
sapere di rientrare in casa.
Perse l’autobus.
Non arrivò mai in stazione.
A Bologna.
Il 2 agosto 1980.
Lui.
Che per rispettare il rosso di un semaforo non vide suo figlio nascere.
L’altro.
Che fermo sul marciapiede ad aspettare un amico vide a terra qualcosa
di lucente,fece un passo e si chinò a controllare.
Un secondo dopo un vaso si infranse a terra, nel punto esatto in cui
prima si trovava lui.
E così via.
Chi più chi meno
Fatalità, appunto.
Quel giorno si incontrarono per caso.
Si guardarono e si riconobbero subito.
Come animali cui basta l’olfatto per capire di far parte dello stesso branco.
Rimasero a fissarsi per un pò.
In cerchio, come pronti ad una lotta.
Decisero di unirsi.
Di affiliarsi.
In nome del loro credere nel caso e nella fatalità.
Formarono un clan.
Il clan DESTINO.
——————————————————————————
Categoria: Gemellaggio con lei
Annunci

CAMERA (post n.4 – gemellaggio)

Odore chimico.
Un foglio bianco immerso in un liquido.
Una superficie vuota.
Pronta a tutto.
Una luce rossa che illumina solo un lato delle cose.
Quello più bello, forse.
I contorni sono sfocati, comincia a delinearsi una figura.
E’ come quando ti guardi allo specchio dopo aver dormito, l’immagine
diventa nitida mano a mano che osservi.
Continui a fissare il foglio.
Linee sempre più nette.
Colori sempre più marcati.
Ti senti come se ti stessi formando.
Come se diventassi più concreta, più umana.
Come se esistessi davvero.
L’immagine ora è chiara.
Perfetta.
E sei proprio tu.
E sei viva.
—————————————————————————
Categoria: Gemellaggio con lei

ROSSO (post n.3 – gemellaggio)

Era lì, in quel letto comodo, circondato dai fratelli e dalle sorelle.
Erano una famiglia molto numerosa.
Passavano il tempo stretti l’uno all’altro a guardarsi intorno.
Non capiva perchè a volte una mano enorme li toccasse e ne portasse
via qualcuno.
Dove li avrebbe portati?
Chi era?
In base a cosa li sceglieva?
L’unica certezza era che nessuno finora aveva mai fatto ritorno.
Si chiedeva se prima o poi sarebbe capitato anche a lui.
Qualche giorno più tardi la mano lo toccò e lo scelse, portandolo via.
Avvenne tutto talmente in fretta che non fece in tempo a salutare
nessuno dei suoi fratelli.
Capì finalmente quale sarebbe stato il suo destino.
Avrebbe avuto la parte del protagonista (un film? uno spettacolo?) e
avrebbe recitato con quella tipa molto pallida che riposava accanto a
lui e con lo strano tipo dai capelli verdi.
Si chiese quale sarebbe stato il soggetto da recitare.
Ebbe ben presto la risposta.
CAPRESE!
———————————————————————————
Categoria: Gemellaggio con lei

Riprendo possesso del blog.
E lo faccio per dire che il post gemellato di lunedì prossimo slitterà a data da destinarsi per motivi che non sto qui a spiegare.
Per dire che tante cose che credevo indispensabili di splinder non mi mancano proprio.
Per dire che non si finisce mai di rimanerci male.
Per dire che a me sta cosa del terremoto m’ha sconvolta anzichenò, pure se non ho sentito la prima scossa.
Per dire tante cose.
Peccato che non mi va.
Però va tutto bene eh? 🙂

IL POZZO (Post n.2 – gemellaggio)

Vorrei un lavoro interessante, stimolante e piacevole da svolgere.
– tlink, monetina –
Vorrei un lavoro in cui i colleghi non siano pronti a mettertelo in
quel posto alla prima occasione.
– tlink, monetina –
Vorrei un lavoro fisso.
– tlink, monetina –
Vorrei vincere dei soldi che mi permettano di estinguere il mutuo.
– tlink, monetina –
E magari di comprarmi una macchina.
– tlink, monetina –
Vorrei un pò più di sicurezza in me stessa.
– tlink, monetina –
Vorrei non essere tanto indulgente con gli altri e tanto critica con me.
– tlink, monetina –
Vorrei non essere così pigra e prendermi questa cazzo di laurea.
– tlink, monetina –
Vorrei riuscire a pensare a post migliori.
– tlink, monetina –
Vorrei.
– tlink –
—————————————————————–