Della lavatrice e di altri demoni.

Ieri per la prima volta sono stata a guardare la lavatrice in movimento.
Mentre la guardavo ho pensato: ma come fanno i vestiti ad uscire fuori puliti se non c’è nessuno che li strofina? Voglio dire: fino a qualche tempo fa c’era colei che strofinava i panni sul lavapanni e quindi venivano puliti per forza.
Ma adesso girano e basta. Anzi:per cinque secondi girano in senso orario e per altri dieci stanno fermi. Per cinque secondi girano in senso antiorario e per altri dieci stanno fermi. E così via finchè non si passa al risciacquo.
Secondo me tutta questa tecnologia ha inficiato la qualità dei risultati e ci ha privati dell’osservare meravigliose scene.
E non sarà un pensiero profondo ma l’oblò mi ha ispirata così.
Tra l’altro dopo l’ascetica meditazione in front of the lavatrice ho ritirato i precedenti panni, steso i nuovi, piegato le lenzuola, piegato mutandecalzinicanottieremagliette, diviso e distribuito tutto ai vari proprietari, messo a posto le cose mie. E per premio mi sono sparata un pacco di patatine dell’ikea. Chevvelodicoaffà.
E saranno bei problemi se ogni volta che farò qualcosa in casa mi premierò così.
Annunci

15 thoughts on “Della lavatrice e di altri demoni.

  1. mmmmm…patatine ikea…valgono la fila che si fa per pagare (perchè scelgo sempre la fila sbagliata?…colpa del famoso teorema?..o sfiga?!).
    Hai fatto strabene a premiarti more mio! 🙂
    ps: andrò da ikea e comprerò tremila pacchi di patatine (rigorosamente NO panna acida) = casa pulita!
    (e quì scatta il ghigno)…….
    🙂
    Ti amooooo!!!!!

  2. io oggi siccome mi sono svegliato SOLO alle 09:30 mi sono premiato passando tutto il giorno a preparare il risotto alle fragole. e ora di corsa al lavoro.

    per il Cacciatore di Aquiloni (o per ogni altro film) al Morgagni ci sei? scegli tu il giorno, tanto io di base sto lì.

  3. questo post è chiaramente ispirato alla canzone-noise dell’ultimo Lp degli afterhours.
    comuqnue hai ragggione: non potremo più osservare la vecchia dell’ace candegggina.
    poi a proposito di bucato, hai notato che nell’ultimo video della tatangelo (la canzone sui retrosessuali) c’è una citazione dotta? stende i panni in terrazzo come nel più bel film italiano sul tema “una giornata particolare”.

    video tatangelo: http://it.youtube.com/watch?v=Yz2rdOSkv6o

    video sofia loren & marcello mastroianni:
    http://it.youtube.com/watch?v=4rZrr-uEYbE&feature=related

  4. la nonna dell’ace è morta ed il bambino della kinder è cambiato.
    ma al moto centripedo della lavatrice , o meglio del suo cestello, ci pensavo anche io tempo fa.
    le patatine quelle che sembrano erba cipollina pura??

    machecefrega!!!
    😉

  5. pagliaccetto in gonnaaffiori che storfina le lenzuole bianche con il pizzo fatto a mano, nel fiume dietro casa, con sapone di marsiglia e tavola fatt’apposta… mmmm..

    pagliaccetto che mangia patatine ikea sul divanno tuttaffiori guardando l’oblo che gia…. siiiiii

    un bacio ragazzetta, ai fatto lavori qui eh… era da un po’ che non passavo

    bacio

  6. Che poi..non è che le macchie le toglie proprio tutte tutte la signorina lavatrice.
    Alcune ti rimangono e allora,al momento dell’operazione “stendipanni”,quando le guardi controluce ti viene un aggrovigliamento di budella pensando che di lì a 2min sarai in bagno a strofinare come una dannata quella macchiolina che la tecnologia non è riuscita a togliere.
    Il rovescio della medaglia insomma.

    Ps.
    L’oggetto del disquisire è un altro,si.
    Ma..eh.
    Tanti ma.

    :*

  7. e infatti è tanto che manchi dal mio etere 😦
    e comunque il dubbio amletico ora è questo:
    hai guardato tutto il programma di lavaggio?
    E’ importante…fammelo sapere 😉

  8. Ho capito…
    prova a chiederlo a quelle che lavavano a mano se la lavatrice è da demonizzare o no!!!
    🙂
    ciao y
    vedo che i pensieri ti girano in testa esattamente come i vestiti in lavatrice… riassetterai anche quelli dopo il risciacquo?

    one kiss

  9. Ma, dato che sei in vena da investigatrice e ti va di occuparti di misteri, ti andrebbe di indagare sul perché le patatine Ikea sono così buone e poco oleose, pur essendo più spesse delle nostre? Come sono fatte? E non si possono trovare altrove? Misteri tuberici, su Rieducational Channel!

    Eli

  10. Mi inchino a questo post per due motivi: il primo è la parafrasi di Garcia Marquez. Il secondo è che sei riuscita a parlare di cibo partendo dalla lavatrice. non è da tutti. Ciao bella!!

  11. Innanzitutto non arriverò a pesare 52 kg ma circa 55 kg. Seconda cosa sono parametri che non ho deciso io ma un medico facendo delle accurate analisi. Terza cosa ho dei problemi alle gambe e non posso pesare più di un tot…
    Quarta cosa la mia alimentazione la cura una nutrizionista con tanto di laurea e studio medico…
    Forse non hai avuto il tempo di seguire il mio blog…Ma ti prego di non affermare cose false e tendenziose…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...