Feste finite finalmente.
(allitterazione della effe non voluta)
Ora manca solo la più squallida.
Ho mangiato come un bue e ricevuto pochi regali per fortuna.
Di quest’anno direi che l’unica cosa da cancellare è il viaggio dell’estate.
E qualche conoscenza che sarebbe stato meglio non approfondire.
Per il resto tutto perfetto.
Anno bisestile in arrivo.
Tremate gente.

QUI la follia.

Ordunque,mi sono ripresa.
Il fatto è che quando le cose cambiano così tanto e così repentinamente è un macello.
Perchè i comportamenti delle persone si trasformano.
OVVIAMENTE anche i miei.
Solo che gli altri non lo capiscono.
Erano abituati diversamente e pensano di poterti avere sempre a loro disposizione.
Non è così.
E in realtà non era così neanche prima.
Intanto domani c’è la recita della mia stellina,nella parte, per l’appunto, del suddetto corpo celeste.
Ieri ho fatto la prima nuotata dopo l’iscrizione seria.
Devo ancora cominciare a pensare i regali di natale.
E non mi affliggo nell’evenienza di un capodanno tranquillo e normale.

Basta

Basta code di paglia.
Basta copiare il mio modo di scrivere.
Basta persone che parlano senza capire.
Basta a chi vuole fare il poeta ermetico e non sa neanche parlare italiano.
Basta mettere i punti ogni tre parole. Perchè IO me ne accorgo.
Basta cazzate via mail.
E soprattutto.
BASTA darvi tutta questa importanza.

Stasera concerto Otto Ohm.
E chi mi conosce lo sa.
E poi weekend d’ammore, come una settimana fa.

Io sono strana.
E su questo non ci piove.
Però anche gli altri si comportano con me in modi assurdi.
Persone che chiudono con me senza una vera motivazione.
Finchè c’era odore di scopata mi stavi appiccicato.
Ora che l’odore si è dissolto.
Finito.
Per una sera che non posso uscire con te.
E la motivazione è abbastanza seria.
Finito.
Allora devo pensare che questi rapporti non erano niente.
O meglio,che avevano un preciso "scopo".
Allora meglio liberarsene.
Anche perchè adesso non ne ho proprio bisogno.

Ho visto un film al cinema.
Across the universe.
E me ne sono innamorata.
Ho chiuso delle situazioni.
Anche solo nella mia testa.
Ed è meglio così.
Ho fatto un tatuaggio.
Domani parto per l’Umbria.
E continuo ad essere felice.