Perchè tutto avrei pensato tranne questo.
Quando ti arriva un messaggio pensi che sia una delle persone che ti scrive di solito.
Aspetti anche un pò a leggere.
E invece no. Non sempre è così.
Un messaggio breve.
Duerighesediciparole.
Rientri in scena.
Dopo quattro anni.
Con duerighesediciparole.
Sensazione di caldo, cuore in gola.
Io rispondo e la cosa continua.
E dalle tue parole, dai ricordi che tiri fuori, mi rendo conto che stai come me.
La cosa che mi sconvolge di più è che erano due giorni che riguardavo foto e mi trovavo per caso a rivedere video estivi.
Ci deve essere qualche connessione mentale.
Non può essere un caso.
Sguardo nel vuoto.
"Stai bene?"
Tento di sorridere, all’inzio è un sorriso finto, un pò tirato.
Poi si trasforma.
Sono felice.

Annunci

32 thoughts on “

  1. Che dire?
    Ti ci vorrebbe una bella sorsata di Wolfa… così… tanto per fermare il momento! Bellissima la sensazione di felicità che traspare da qs post… in ogni caso, il mio consiglio è di stare attenta ai ritorni! (beninteso che ogni storia ha vita propria e non si può generalizzare, cmq non sarei la saggia EBA se non te lo scrivessi!!!)
    EbAci
    PS: L’AuTOnno è opera di Ted… stavolta non c’entro niente nemmeno io!!!

  2. duerighesediciparole.
    a volte dueparole sonopiùdiSe-Dici-righe. allora preferisco dire quadretti. Non quelli familiari.
    bisou 🙂

  3. A volte le coincidenze mettono i brividi…chi lo chiama destino, chi caso, chi magia…
    è strano: anche a te (come a me) è arrivata una cosa inaspettata mentre la stavi cercando, anzi.. subito dopo che hai espresso il desiderio di averla.
    Ho scritto qualcosa di simile nel mio penultimo post…
    Ti sei chiesta se ti fosse capitata una cosa del genere tipo una settimana fa, l’avresti vissuta con questi stessi occhi sbrilluccicosi?

    A volte sembra che con il nostro atteggiamento mentale possiamo cambiare la realtà…
    come sono romantica 😀

    Ciau

  4. prestami un pò del tuo sorriso così vedo come sto con la faccia sorridente… e per favore fammi fare una foto prima di riprendertelo

  5. Ho formulato un’ipotesi… secondo la quale i pensieri non stanno nella nostra testa, ma nell’aria.
    Piccole particelle d’ispirazione vagano nell’atmosfera, si propagano.

    Perciò, se pensi una cosa, probabilmente qualcuno sulla tua stessa lunghezza d’onda la sta pensando come te.
    Basta avere la stessa predisposizione mentale.

    Così ci si reincontra, anche a chilometri di distanza, in un pensiero comune. E si ride di vecchi ricordi. Ci si stupisce della semplicità di un’intesa perfetta.

    Sì, ok… sono malato.

  6. Donnamicadilollo(:D)…….il commento a questo post…..ce l’hai avuto ieri sera in macchina mentre mi raccontavi……..*silenzio emozionato* 🙂

  7. ahahahahahahhahahaha….*donnadaiminipaninetti* e *Donnamicadilollononchèormaivip* 😀

    ormai donna fai parte dell’olimpo di ‘quelli che possono’ u_u

  8. Ciaooo:))
    che carino trovarsi qui…che nick usi su myspace?? 🙂
    cmq due cose troppo belle: ARES, e,,,IAN CURTIS!!!
    🙂
    a presto
    (link d’obbligo!)

  9. ciaoooooooo YYYYYYYYYYYYYYYYYYYYYYY!!!!!
    Hai notato che la tua iniziale è una tour eiffel rovesciata??
    ti leggo;-)
    ndr

    p.s. cerca la felicità;-)

  10. Ritrovare il sorriso non è poco….poi con un messaggio di una persona dopo 4 anni..beh una bella coincidenza!!^_^
    Aspe..sono 3 anni che non la sento…naaaaaaa non è possibile…no no ^__^

  11. Grazie Yleeee!!!
    Però ti devo correggere… si scrive
    EVocAtivo!!! 🙂
    Succete se non si è RAUDIATI in cose tipo “l’uso delle lettera nella cultura interattiva moderna” o “cosa fare se la ERRE se ne va!”
    😉
    Baciiiiiiii
    Eba

  12. chao yleeeeeeeeeeeeee!
    siiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!!!
    🙂
    ke belle ke stai beneeeeeeeeeeee
    (c’ho pure 1amika ke s kiama beneeeeeeee) (nn km carmeloooo) (ahahahahahahahhhaahahahaahahaahahaha).

    scherzi a parte, mercoledì potremmo andare al cinema! e magari pure dal greco! gyros pita per tuttiiiii! pensavo di andare a vedere uno di questi titoli:

    2 giorni a Parigi
    Io vi dichiaro marito e marito
    SMS – Sotto Mentite Spoglie
    Scrivilo sui muri
    Un’impresa da Dio

    no vabbè, scherzi a parte di nuovo. scegli tu un film, io ti seguo a prescindere. oppure non so. dimmi tu.

    col Festival del Cinema è andata così: ho detto a quelli lì che una giuria popolare sul cinema, in quanto popolare, sarebbe stata rappresentata benissimo da un presidente di giuria come Michael Bay, l’uomo che di recente ha girato Transformers. Poi ho sparato il nome di un regista coreano. Va da sé che non mi abbiano preso.
    🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...