Il blog va un pò in pausa causa studio.
(Mio, non del blog)
A risentirci..

Annunci

L’ho visto. E mi ha fatto male. Mi ha fatto male VEDERE. Finora avevo solo immaginato. La sua è stata sempre una figura che ho amato. Ma lo odio per quello che ha fatto. Sarò pure infantile ma è così. E ora ho dentro una sensazione che non saprei definire. Sta di fatto che ho odiato quelli che ridevano uscendo dalla sala. Avrei voluto qualcuno che capisse davvero. Per leggere nei suoi occhi quello che c’è ora nei miei. E magari riuscire a capire.

Pensieri sparsi:

L’aumento della temperatura è inversamente proporzionale alla mia voglia di studiare.

Si sta facendo concreta la possibilità di passare tutta l’estate a casa. Agghiaccciante.

Ho dei seri problemi con la geografia astronomica. Inoltre leggere che un giorno su Giove dura 10 ore mi fa porre domande esistenziali che non mi fanno dormire.

Voglio essere la fidanzata del cantante degli Otto Ohm. Perchè vorrei che quelle frasi che scrive fossero per ME.

Sabato alla manifestazione contro Bush ho avuto paura, lo ammetto.

Sto cercando di eseguire col pianoforte una canzone COMPLICATISSIMA. Ci vorrà tempo e pazienza visto che non suono più da secoli ma continuo a pormi sempre la stessa domanda: in base a cosa si sceglie di usare il bemolle e non il diesis? E son problemi.

E che diamine.
Ho bisogno di qualcuno..tipo un’amica bò, un qualcosa del genere.
Che voglia venire con me ai concerti.
Alla quale interessino le presentazioni dei libri.
Che non si annoi alle mostre.
Che abbia voglia ogni tanto di un weekend da qualche parte.
Un’altra me insomma.
Non proprio uguale che sennò la mando a quel paese dopo due minuti.
Perchè mi sono stancata di fare le cose da sola o di rinunciare.
Non è che non ho amiche, ma sono tutte fidanzate.
E l’amore vince sempre sull’amicizia.

N.d.A.: non è un annuncio.

Post Autocelebrativo

Chè ogni tanto ci vuole per rinvigorire un pò la fiducia in se stessi.
Queste sono frasi che mi sono state dette.
E che mi piacciono tanto.
Se gli autori sono contrari alla pubblicazione basta dirlo e verrà cancellata.

"Sei equilibrio tra umiltà, voglia di scoprire e carattere."

"Sei dolce da morire e bella, profondamente. Hai due occhi da mozzare il fiato e un modo di fare, quando la pianti un attimo di cazzeggiare, che mi ci vorrei perdere."

"Che pagliaccetto mille sorprese se non la convincevamo la prima volta chissà se ce l’avrebbe fatto vedere il suo sorriso..che anche una volta sola, il sorriso di Ylenia.."

"Fai finta che non abbia scritto quello che sto per scrivere. Sei dolcissima."

"Te vivi in un mondo parallelo al nostro..hai una visione tutta tua delle cose."

"Sembri una ragazza degli anni ’70, si vede lo sguardo di chi sognava di cambiare il mondo con passione, femminilità e consapevolezza della propria  intelligenza."

 

Ma quant’è brutto leggere nell’home page di libero "Ylenia è ancora viva"?

Fiocco azzurro

Ci sono delle scene che ho sempre odiato.
Per esempio le nonne che si leccano il dito e puliscono la faccia al malcapitato nipote.
Ieri ho fatto lo stesso.
Al mio orecchio.
Ho strofinato tanto da farlo diventare bordeaux.
Ma la macchia non andava via.
E non poteva essere altrimenti.
Era un neo.
Appena nato.
Se a 24 anni continuano a spuntarmi nei (nell’orecchio per giunta) deduco che continueranno per sempre (?).
Se continua così a 80 anni dovrò contare le macchie bianche rimaste invece che i nei.

Sarà stato il meraviglioso concerto dell’altra sera.
Sarà stata l’emozione di commuovermi per una canzone.
Sarà stato che per una sera ho davvero staccato il cervello.
Sarà stato quello che è stato.
Sta di fatto che ora ricomincio a respirare.
E a fumare, ovviamente.
Che poi avevo smesso solo quei due giorni..
🙂