Quanto mi piacciono quelle mattine in cui mi sveglio e sono da sola..posso quindi prepararmi a tempo di musica,yeah! Accendo, Radio Rock Italia ovviamente..e comincio a sperare che passino qualcosa che piaccia anche a me.
Pubblicità.
Me lo sento, ora mettono qualcosa di bello. Venditti. Venditti??? Ma stiamo scherzando???
Ma che Venditti è rock?
Tra l’altro una canzone tristissima..tipo "notte prima degli esami" le cui prime frasi recitano più o meno così (perchè mi sono anche impegnata ad ascoltarla, volevo dargli fiducia):
"Io mi ricordo quattro ragazzi con la chitarra e un pianoforte sulla spalla".
Pausa di riflessione.
Un pianoforte sulla spalla?????? Antonello caro..ma lo sai quanto pesa un pianoforte???
Io non riesco neanche a spostare il mio di un cm facendolo strusciare in terra!
Eccheccazzo, un pò di serietà!
Così ho spento la radio e mi sono recata tutta mesta a lavoro..
Un pianoforte sulla spalla..mah!

Ps. ieri sera sono andata a vedere In viaggio con Evie…e mi è piaciuto molto! Che poi la trama non c’entra nulla ma mi ha inevitabilmente ricordato quel capolavoro che è Harold & Maude..

Annunci

39 thoughts on “

  1. Eh, perbacco, come sei ipercritica col Venditti, orsù 😛
    E’ che pensava al pianino di Schroeder, e quello si può portare tranquillamente in spalla, in realtà 🙂
    Ah, hai ragione, non dovevo citarti la doc pepper senza esser certo che tu potessi berla, pardon.
    Un bacio

  2. beh ma i ragazzi nella canzone sono quattro ed in quattro si riesce a tenere un pianoforte sulle spalle..solo che mi chiedo “a che pro?non sarebbe più sensato farlo poggiare a terra?si suona anche meglio”

  3. volevo andare a vedere anche io in viaggio con Eve.. c’è l’attore che fa Ron che deve essere parecchio bravo!!

    il pianoforte sulla spalla lo tiriamo a venditti ù.ù’

    un bacione enorme!!

  4. All’età di 16 anni composi una canzone chiamata “A morte i cantautori italiani”.
    Da allora, salvo rare eccezioni, non ho cambiato opinione…
    p.s.: Perchè R.R. Italia e non quella tradizionale? Pensa che taaaaaanti anni fa anche io conducevo un programma!

  5. io voglio andare a vedere coso, come si chiama. il labirinto del fauno. dice che è bello, che non fa paura. tu vuoi? vuogliamo?

  6. ciaoooooooooo….sono tornato da poco da mi!!!!^^
    mi sono riposato qualche giorno nella grande citta’, giorni d acquisti d dischi e libri eheheheheh

  7. vedi il bello di vivere da sola? fare quel che si vuole la mattina e soprattutto girare bella ignuda come mamma t’ha fatta per casa, ché tanto nessuno ti vede…a meno che, come spesso fa la sottoscritta in estate, non lasci la finestra aperta…..

  8. Non hai pensato che magari potesse essere uno di quei pianoforti che si regalano ai bambini?
    Di quelli di plastica che pesano pochissimo..
    😉

  9. ueeeeee…..per fortuna sono riuscito a spendere poco in quisquilie eheheheheh!!!

    solo 2 cd e 4 vinili e niente libri….tassativo!!!!

    a mtv ero ospite d un mio amico redattore d voice, eravamo piazzati d fronte agli ospiti in prima fila ; terrore cieco ed un caldo fotonico…nn t puoi immaginare eheheheheh.

    lunedi’ sera sara’ trasmessa verso le 21.

  10. Anche a me dava l’idea di assomigliare ad Arold e Maude…Cmq mi sono informata… Pianoforte sulla spalla sta per quai piccoli pianoforti tipo tastiere che si portavano anche a tracolla…
    Baci…
    Angelminds

  11. abito in una zona con molti palazzi davanti tra l’altro!!! hihihihi… pagliaccetto, tanti auguroni in anticipo anche a te!!! ci rivediamo a gennaio!!!!

  12. I nuovi capelli?
    Lasciamo stare,và.
    Non mi piacciono più,troppo corti sul davanti maledetta sia la parrucchiera!
    Che ne dici di un bel sacchetto in testa finchè non mi ricrescono?Magari lo decoro con qualche motivo natalizio così per essere fashion!
    😦

  13. ciao cara!
    se ti ricordi ancora di me 🙂
    è una vita che nn passo….mea culpa!!
    obbiettivamente il ragionamento sul pianoforte nn fa una grinza!!!
    ma sai a volte x fare una rima o x riempire due secondi di vuoto gli “artisti” si iventano un po di tutto!
    spero di risentirti!
    kiss

  14. oh che bello!!! me commossa*_*
    no + che abbandonato tutto è che da scrivere tutti i giorno sn passata a scrivere ogni tanto…solo quando mi sento qlcs di intelligente da scrivere (anche se poi alla fine di intelligente scrivo poco e niente!!)
    te cara come va? spero tutto ok in sto periodo natalizio del resto dicono che a natale si è tutti + buoni!!! chi è che lo dice poi ancora nn l’ho capito
    kiss

  15. eh com’è vero quel che dici!
    io sn ormai quasi due mesi che sto chiusa in casa x litigi vari…era partito originariamente da un me ne sto un po x i fatti miei xkè ho delle cose da risolvere e nn sto bene
    a brutta stronza che sei sparita!
    ma amen meglio perdere che trovare gente che gli dici che sei depressa e nn si preoccupano nanche di sapere perchè ma solo perchè nn hai il tempo x le loro stronzate!!
    bhe dai ma passa tutta mi ritroverò a capodanno sola chiusa in camera io che di mio in casa nn sto mai ma passerà anche questa!
    kiss

  16. e che ne dici di : io mi ricordo 4 ragazzi con la chitarra e una BONTEMPI sulla spalla? ” all’epoca andava un sacco…con tutte le musichine registrate…wow che tempi!!! eheheheh

  17. NAAAAHHH,notte prima degli esami,NOO! è una canzone di merda…parla di due che la vigilia della maturità al posto di studiare chiavano come ricci…è PURO DELIRIO!

  18. quant’è bello alzarsi che a casa non c’è nessuno!!! a me capita una volta l’anno più o meno!! mia sorella (compagna di stanza da 27 lunghi anni) si alza SEMPRE più tardi di me… e io devo andare a tastoni nell’armadio per sceglliere i vestiti da mettermi!
    per quanto riguarda la canzone… che t’agg’ a dì.. i testi a volte sono PURA FANTASIA! bisogna prenderli come vengono!!
    p.s. mi piace un sacco il tuo blog!!

  19. Purtroppo quella radio non è piu “radio rock italia”, e questo ormai gia da un paio d’anni…la vere rri era quella “sperimentale” dove veramente si sentivano canzone sconosciute ai più e non c’era neanche la publicità 🙂
    ma quei tempi sono ormai lontanissimi, ora non ci resta che prenderla così come viene (visto che è l’unica radio a passare qualche canzone italiana decente…)

    in quando a Venditti, non è rock, ma in realtà i cantautori italiani sono sempre stati la colnna portante di quella radio, e questo non mi dispiace…
    1BigKiss

  20. in realtà quella del pianoforte sulla spalla è una lunga storia. è evidente che è una metafora e una frase ironica. I quattro della canzone sono E.BAssignano, Giorgio Lo Cascio, Francesco De Gregori e appunto, Venditti. Il pianoforte è sulla “spalla” (metaforicamente) perchè in tutti i locali,teatri in cui andavano a suonare i 4 giovani del “Folkstudio”(il locale di via garibaldi, trastevere, roma) non si trovavano pianoforti e mentre gli altri tre avevano sempre dietro le chitarre…come doveva fare il povero Antonello? Rimaneva spesso senza il suo strumento preferito e si faceva accompagnare dagli altri. Ecco allora l’ironia del pianoforte sulla spalla. Inoltre il pianoforte sulla spalla come compagno musicale di un’intera carriera, croce e delizia, perchè è da questo che sono nate le storie più belle e più dolorose. Non a caso quando Antonello fa un disco nuovo dice “ho ripreso in spalla il pianoforte”….

    beh scusatemi questo lungo e noioso sproloquio….a quest’ora tarda della notte….non so nemmeno io perchè mi sono lasciato andare a questo racconto. In realtà sono capitato per caso su questo post.

    quella della pianola sulla spalla però non era male:-)))

    buona notte!(prima degli esami…)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...